Dissezionando Alcatraz: Due produttori di Alcatraz rispondono a domande scottanti!

TV Guide ha pubblicato un’intervista a due produttori esecutivi di Alcatraz, Jennifer Johnson e Dan Pyne! Potrebbe sembrare incredibile ma a molte domande “hanno risposto veramente“, non hanno semplicemente usato giri di parole astrusi per poi non dire niente!
Ci parlano degli sviluppi della storia, di cosa c’è in serbo per i personaggi e di alcuni misteri… Veramente molto intrigante!

nota: non ci sono veri e propri spoiler…parlano in generale sulla piega che prenderà la storia.

L’intervista completa dopo il salto.

DP – Dan Pyne
JJ – Jennifer Johnson

– Scopriremo presto la ragione per la quale Tommy Madsen è così importante?
DP: Si, tutto si svolgerà in funzione di questo a metà stagione. Questa sarà una domanda a cui verrà data risposta nel finale di stagione.
JJ: Un sacco di cose verranno rivelate riguardo al sangue dei detenuti, Tommy Madsen e cosa c’è dietro la porta che il direttore ci ha mostrato.

– C’è un motivo particolare sul perchè Alcatraz è diventata il fulcro principale delle sparizioni?
JJ: Si si. I nostri personaggi hanno diverse teorie. Parleremo delle loro teorie verso la fine della stagione ma queste teorie potrebbero anche non essere quelle giuste. Scopriremo anche cosa pensa Hauser e cosa ne pensa il suo “team” ma sarà solo la punta dell’iceberg. Potrebbe esserci la possibilità di incontrare un personaggio completamente nuovo verso la fine della stagione, il quale conosce la risposta esatta e che probabilmente ha molte più risposte di tutti i personaggi che abbiamo incontrato fino ad ora.

– Scopriremo chi c’è dietro a tutto questo e quali sono le motivazioni in questa stagione? Oppure sarà un collegamento con la prossima?
DP: Entrambe le cose. Penso che per la fine dell’episodio 13 avremo una mezza idea di chi potrebbe essere.
JJ: Quello è il personaggio a cui mi stavo riferendo prima. Lui potrebbe far parte delle forze che sono dietro a tutto questo.
DP: Ma sicuramente per la fine della stagione si farà più chiarezza, si capirà a che gioco stanno giocando. Non continueremo a rimuginarci sopra, ci sarà una maggiore conoscenza degli avvenimenti. Magari non si capirà qual’è il fine ultimo, ma almeno alcuni giocatori saranno noti.
JJ: E’ complicato perchè non tutti hanno gli stessi obiettivi, cosa che capiremo prima dell’ultimo episodio. Possiamo dire che ci sia quasi una guerra segreta che avviene anche per quelli del ’63. Tutto questo ha a che fare con chi o cosa erano relazionati al tempo in cui vennero rinchiusi ad Alcatraz.

– C’è un motivo per cui alcuni dei ’63s sono andati contro la loro missione?
DP: Si.
JJ: Non lo diremo direttamente ma in ogni caso daremo agli spettatori gli strumenti e le informazioni per generare delle teorie valide.

– Cos’è tutta questa passione per il numero 3 – tre chiavi, tre rapine in banca, 3 giorni di sparatorie per il cecchino…?
DP: Ci potrebbe essere più di un numero importante nella serie.
JJ: Anche 47 è un numero importante. Ci piace il numero 3 per la sua stabilità e la sua idea del triangolo. Parliamo molto dei triangoli e delle relazioni composte da tre persone.

– Lucy nel passato ha detto che voleva ‘sistemare’ i detenuti con esperimenti per l’alterazione della memoria. Sarà anche lei un pezzo del puzzle riguardante la sparizione dei ’63s?
DP: Lei è certamente un pezzo del puzzle, si. Al momento, tutto quello che abbiamo visto succedere nel passato è avvenuto nel 1960. Ciò significa che ci rimangono ancora tre anni prima del salto temporale. Ovviamente, le alleanze possono cambiare. Sono successe molte cose in quei tre anni, da quando la dottoressa ha iniziato a fare i suoi esperimenti fino al 1963, quando è evidentemente scomparsa insieme a tutti gli altri. Certamente lei ha alcune risposte a cosa potrebbe essere successo, ma potrebbe anche non essere in grado di capirle. Lei non capiva in passato quando le cose stavano succedendo. Ora cerca di guardarsi indietro e capire qualcosa di più su cosa hanno fatto.
JJ: Eh già, aiuta la squadra con la propria conoscenza della psicologia dei detenuti. Il problema è che il Direttore è davvero machiavellico! Lui non vuole che la mano sinistra sappia cosa sta facendo la destra…quindi, utilizza giocatori diversi per obiettivi diversi. Parte del suo modus operandi rimane il fatto di non lasciare che le proprie pedine sappiano troppo di quello che stanno facendo.

– Diego ha accennato al fatto che il direttore è morto anni fa. E’ morto davvero o potrebbe far parte del dispersi del’63?
DP: E’ possibile.

– Scopriremo come Lucy ha iniziato a lavorare con Hauser nel futuro e sapremo qualcosa di più sulla loro relazione nel passato?
JJ: Si, assolutamente.
DP: La loro storia d’amore è uno dei grandi triangoli di Alcatraz.
JJ: E’ una specie di triangolo d’amore tra Hauser, Lucy, e il salto temporale stesso.

– Sapremo cosa faceva il Dott. Beauregard ad Alcatraz?
DP: Potreste scoprirlo presto, nei prossimi episodi. Poi, una volta scoperto, potreste essere completamente fuori strada, ma almeno vedrete una parte di quello che stava facendo. E’ alquanto geloso di Lucy e del ruolo che sta avendo ad Alcatraz e questo fatto potrebbe portarlo ad avere rapporti che non dovrebbe.

– Cosa ci potete dire riguardo alla porta nei sotterranei che deve essere aperta con tre chiavi?
JJ: Che la apriremo prima della fine della stagione. Capiremo cosa c’è dietro quella porta, almeno una parte. Era molto importante per il direttore. Potrebbe essere solo una persona con cui condivide il suo segreto.

– Abbiamo scoperto che Diego è stato rapido a 11 anni. Questo fatto tornerà fuori durante la serie?
JJ: Questa è una cosa profonda, risale a molto tempo fa ed è una delle ragioni per cui Diego è così motivato e affascinato da Alcatraz e dai fumetti. Non per forza affronteremo l’argomento in questa stagione ma è un pezzo importante del suo carattere e del perchè fa parte del team di ricerca di Hauser.

– Quando Rebecca riuscirà finalmente ad essere faccia a faccia con Tommy, riuscirà a lasciarsi dietro il passato e realizzare che lui è comunque parte della sua famiglia?
DP: Cavolo…
JJ: Noi conosciamo la risposta a questa domanda ma non credo che la diremo.

– Cosa potete dirci riguardo a cosa c’è in serbo per lei [Rebecca, ndr]?
DP: Inizierà ad essere più concentrata sul risolvere il caso del suo partner morto e scaverà di più sul motivo del perché lui fosse là. Questo la porterà molto lentamente ad alcune rivelazioni sul suo partner, sul mistero di Alcatraz e anche su Tommy Madsen…
JJ:  …e su cosa stanno facendo nel presente. Scopriranno che ci sono differenti fazioni di quelli del ’63 qui nella San Fancisco di oggi e oltre.

—————————–

Personalmente questa intervista mi è piaciuta molto. Cosa ne pensate delle risposte che ci hanno dato?
Rimaniamo in attesa dei prossimi episodi e cerchiamo di capirne di più su questo mistero!

Let’s go find some clues on The Rock!

########################
fonte intervista: TV Guide

Annunci

Informazioni su arsenico13

Some random guy.
Questa voce è stata pubblicata in Alcatraz, Alcatraz Stagione 1, Crew, Diego Soto, Emerson Hauser, Generalità serie, Interviste, Lucy Barnerjee, Rebecca Madsen, Spoiler e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...